Nel 2016 ricorreva, poco valorizzato da Como eccezione fatta per la mostra “Identico Differente” presso The Art Company, in via Borgovico 163 a Como a cura di Giulio Mantovani e Pierluigi Ratti, il centenario della nascita di Ico Parisi. All’architetto di origine siciliana trasferitosi a Como dedica ora una mostra dal titolo “Ritrovare Ico Parisi” la Villa Reale di Monza, aperta dal 15 gennaio al 19 marzo.
La mostra sarà curata da Roberta Lietti e Marco Romanelli in collaborazione con l’Archivio del Design di Ico Parisi. Con l’evento continua la ricerca del Triennale Design Museum dedicata ad approfondire alcuni personaggi che hanno interagito con il territorio della Brianza.
Afferma Silvana Annicchiarico, direttore del Triennale Design Museum: «Questa mostra si inserisce in un percorso tracciato dal museo, che rivendica la continuità di una ricerca volta a rivalutare i non allineati, i sommersi, i dimenticati, da Gino Sarfatti a Piero Fornasetti, da Giotto Stoppino a Gherardo Frassa fino, appunto, a Ico Parisi, personaggio fondamentale del progetto italiano dal dopoguerra in poi».
Una figura di artista-artefice “umanistica” difficilmente etichettabile in singole attività o categorie, Parisi. Che fu architetto, designer, art director, fotografo, regista cinematografico, pittore e artista puro. Tante figure insieme, insomma, che questa mostra, che vuole porsi come una prima riflessione e un primo omaggio al lavoro di Parisi, racconta stabilendo precisi limiti cronologici e tipologici. I curatori hanno privilegiato il periodo “classico” del lavoro di Parisi, ovvero dalla fine della guerra al termine degli anni ’50, e un’unica tipologia, il tavolo, considerato come una architettura in nuce e dove l’architetto comasco dimostra una fantasia progettuale illimitata, fatta di improvvisi fuochi di artificio e parallelamente di una minuta e attenta ricerca di varianti formali. Del tavolo Parisi analizza le più diverse soluzioni costruttive, sperimenta materiali, si fa promotore di ricerche inusitate presso gli artigiani e gli industriali canturini. Nel Belvedere alla Villa Reale di Monza saranno presentati sette tavoli di Ico Parisi dal 1948 al 1955. Tutto ruoterà attorno al mitico studio La Ruota, cenacolo progettuale e culturale inaugurato a Como nel 1947 e gestito con la moglie Luisa Parisi. Info su www.villarealedimonza.it.