Anna Cappellini, buone sensazioni verso i Mondiali

Anna Cappellini e Luca Lanotte Anna Cappellini e Luca Lanotte

L’obiettivo ora sono i Campionati del Mondo, in programma a fine marzo sulla pista di Shanghai. I tanto attesi miglioramenti ci sono stati e fanno ben sperare per la rassegna iridata.
Gli Europei di pattinaggio su ghiaccio di Stoccolma hanno portato un nuovo podio per Anna Cappellini e Luca Lanotte, protagonisti nella specialità della danza.
Ma a differenza di un anno fa quando, a Budapest i due azzurri salirono sul gradino più alto, in questa occasione si devono accomodare sul secondo gradino del podio alle spalle dei francesi Gabriella Papadakis e Guillaume Cizeron, che dal 15° posto della scorsa stagione hanno risalito in maniera prodigiosa la vetta continentale della danza.
Le incerte apparizioni della coppia azzurra all’inizio della stagione (Cup of China a Shanghai di metà novembre) avevano sottratto loro molti crediti presso gli appassionati ma ancora una volta, grazie alla loro determinazione, Anna e Luca sono riusciti a recuperare condizione e favori dei giudici.
Ha pagato il lungo e faticoso lavoro di revisione dei programmi – apparsi inizialmente insufficienti a sostenere le loro ambizioni – che ha dato i suoi frutti. Sul ghiaccio svedese Anna e Luca si sono riappropriati del loro status regale: dopo il bronzo a Zagabria 2013 e l’oro a Budapest 2014 ecco dunque anche l’argento a completare la loro eccezionale bacheca.
Nella prima prova, la “short dance”, Anna e Luca hanno pattinato al meglio delle loro possibilità: l’interpretazione della “Danse Macabre” è stata come al solito straordinaria. I due italiani, piazzati terzi, hanno dimostrato di aver ritrovato il ritmo della scorsa stagione. Poi il sorpasso ai russi Elena Ilinykh-Ruslan Zhiganshin nella “free dance” e un meritato argento.
«Una rimonta dal significato speciale – hanno commentato – Abbiamo lottato con tutta la nostra caparbietà per questa medaglia d’argento».
La rivincita è già fissata: come detto a fine marzo si torna a Shanghai in occasione dei Mondiali. Certamente per quella data i meccanismi di Anna e Luca saranno più che lubrificati: e poi c’è da difendere l’oro conquistato un anno fa in Giappone.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.