Matteo Renzi a ComoNext: «Struttura straordinaria»
Cronaca, Politica, Vip

Matteo Renzi a ComoNext: «Struttura straordinaria»

L’ex premier Renzi questa mattina al suo arrivo a Lomazzo (foto Antonio Nassa)

«Non sono qui soltanto per sostenere la candidatura a sindaco di Como di Maurizio Traglio, ma anche per confermare l’importanza di ComoNext a livello nazionale ed europeo». Nelle poche battute riservate alla stampa, l’ex premier Matteo Renzi ha dimostrato ancora una volta quanto sia decisivo, per un uomo politico, saper fare sintesi. E “suggerire”ai propri interlocutori il senso di una storia.

Giunto a Lomazzo con oltre un’ora di ritardo, atteso con una certa impazienza da 300 persone sotto un tendone affocato dal sole, Renzi ha trasformato il tour elettorale – suo personale, per le primarie, e del Pd per le amministrative – in un mini-evento. In questo aiutato dai vertici del parco tecnologico della Bassa, ben contenti di accogliere il (più che probabile) leader dei Democratici. Da Giuseppe Guzzetti a Enrico Lironi, da Giovanni Pontiggia ad Annarita Polacchini, da Ambrogio Taborelli allo stesso Traglio (nei panni di presidente di Como Venture), tutti gli si sono stretti attorno nel tentativo – a questo punto perfettamente riuscito – di consolidare l’immagine e la sostanza della struttura di Lomazzo. Uno scambio alla pari che ha accreditato ulteriormente l’ex premier come amico del territorio e rilanciato le ambizioni del polo tecnologico.

Così si spiegano le parole di Renzi, che ha sottolineato come «dall’iniziativa della Camera di Commercio di Como, del presidente di Fondazione Cariplo Beppe Guzzetti e dal lavoro di molte donne e molti uomini sia nata l’esperienza straordinaria di ComoNext, eccellenza a livello nazionale ed europeo; un parco tecnologico concreto e operativo in cui stanno già nascendo idee destinate a cambiare l’economia del territorio e non solo». ComoNext, ha aggiunto Renzi, è creatura anche di Maurizio Traglio, «la cui disponibilità per la città ci rende naturalmente orgogliosi».

Davanti al popolo del Pd, radunato in paziente attesa nel tendone delle feste che fiancheggia il parcheggio del polo tecnologico, l’ex sindaco di Firenze è andato oltre, parlando di un «viaggio straordinario» all’interno di un incubatore «di idee rivoluzionarie, un luogo in cui si immagina e si costruisce il mondo dei prossimi 10 anni». Di «segnale importante» e di «attenzione per il territorio» ha parlato il segretario regionale Pd, Alessandro Alfieri, convinto che da Lomazzo e «da iniziative come questa possa partire la sfida vincente del centrosinistra per le regionali del prossimo anno». L’ultima battuta è stata di Enrico Lironi, presidente di Sviluppo Como. «Renzi ha compreso e apprezzato la filosofia di sviluppo del polo di Lomazzo, capace di lavorare per il territorio ma anche in chiave più ampia, nazionale». Se un giorno dovesse tornare a Palazzo Chigi, chissà.

23 aprile 2017

Info Autore

Mario Rapisarda

Mario Rapisarda mrapisarda@corrierecomo.it


Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto