Il cantante Garbo torna nella sua  Berlino
Cultura e spettacoli, Spettacoli, Vip

Il cantante Garbo torna nella sua Berlino

Renato Abate, in arte Garbo, è uno dei motivi d’orgoglio del Lario. L’artista la cui immagine coincide ma in modo del tutto originale con la new wave musicale italiana degli anni Ottanta e che viene considerato il “David Bowie comasco” ha contribuito non poco a sprovincializzare a sua volta l’immagine del comasco culturalmente chiuso, ripiegato sul proprio ombelico (solo un altro artista della stessa generazione, Davide Van De Sfroos, ha saputo coniugare il blues e il dialetto facendo uscire quest’ultimo dal ghetto della nostalgia campanilistica e rendendolo linguaggio di poesia).
Renato Abate oggi torna alle radici del suo percorso musicale. sono appena uscite le ristampe arricchite da inediti e demo dei suoi primi due album “A Berlino.. Va Bene” e “Scortati” in versione doppio cd e doppio vinile con grafiche rinnovate. E oggi Garbo sarà in concerto nella “sua” Berlino, sul palcoscenico del Prachwerk. E sarà un viaggio nella memoria a ritroso dino al mitico 1976: In Italia il progressive stava per giungere al capolinea, imperava il cantautorato nazional-popolare e impegnato e nessuno ancora usava il termine “new wave”. Nascono le prime radio libere, che a breve diffonderanno sul territorio Nazionale le nuove tendenze musicali: David Bowie, Velvet Underground, Roxy Music con o senza Brian Eno.
In questo contesto Garbo comincia a sperimentare insieme all’inseparabile registratore a quattro tracce e di lì a pochi mesi registra il primo provino di “A Berlino”. Garbo ha segnato gli anni ’80 in maniera indelebile con album e singoli evergreen che non saranno mai dimenticati, di fatto entrati nella storia della musica come il singolo A Berlino che giorno è? e da “Scortati” il singolo Quanti anni hai? e il singolo Radioclima che lo portò all’attenzione con il Premio Critica al Festival di Sanremo.
Negli anni Novanta Garbo prosegue la sua carriera e pubblica alcuni dischi per il mondo delle etichette indipendenti. E la sua influenza nel mondo della musica si consolida.
Lo documenta nel 2006 un disco tributo doppio dedicato all’artista intitolato “ConGarbo” con famosi brani rivisitati da artisti indipendenti come Francesco Bianconi e Rachele Bastreghi (Baustelle), Soerba, Delta V, Boosta (Subsonica), Marco Notari, Lele Battista (La Sintesi), N.A.M.B., Andy dei Bluvertigo, Krisma, Gionata, Mauro Ermanno Giovanardi (La Crus), Zu e Meg (99 Posse), Madaski, Ovophonic e Derivando.
Dal prossimo mese di gennaio, Garbo a coronamento di una carriera ormai quarantennale porterà nelle città italiane “A Berlino… Va Bene” e “Scortati” dal vivo, con uno spettacolo che vedrà la riproposizione integrale dei due album interamente risuonati con strumenti analogici.
Ulteriore consacrazione della sua caratura artistica nell’ambito della new wave che lo ha visto protagonista con Ivan Cattaneo, Faust’O, Diaframma, i Decibel e i Krisma, «per avere segnato indelebilmente sia la musica italiana che la scena musicale indipendente» sarà premiato alla kermesse della musica italiana “Mei” di Faenza il 30 settembre alle ore 14.30 alla Galleria della Molinella, in occasione di un incontro tra associazioni di discografici indipendenti. Ed è ancora disponibile in rete lo speciale di “Blob” di Enrico Ghezzi intitolato “con Garbo”, viaggio musicale lungo 25 minuti.
L’indirizzo per vederlo è il seguente: http: // creativemedia3.rai.it / podcastcdn/raitre/Blob / blob_settimana/7613426_1800.mp4).

21 Settembre 2017

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto