18enne in coma etilico, poi migliora

30 interventi per cassonetti incendiati e botti in provincia

(ANSA) – BOLOGNA, 1 GEN – Una ragazza di 18 anni finita in coma etilico e trasportata all’ospedale Sant’Orsola. E’ uno degli interventi più significativi del 118, in provincia di Bologna, nella notte di Capodanno. La giovane, che si è sentita male durante una festa in discoteca a Ozzano Emilia, è stata soccorsa alle 4.40, poi si è ripresa e nel frattempo è stata dimessa. Al pronto soccorso del Sant’Orsola sono stati 24 gli accessi per abusi di alcol, nessuno grave e una decina per piccoli traumi: cadute, percosse e un lieve accoltellamento. Nella struttura del 118 installata per la festa in piazza Maggiore 17 pazienti sono stati trattati sul posto per intossicazioni alcoliche, 19 visti nel posto medico avanzato e due portati al pronto soccorso, con il codice meno grave. In tutta la provincia il 118 ha trattato tre persone per lievi lesioni da botti, 18 intossicazioni, due malori. Una trentina gli interventi dei vigili del fuoco per cassonetti in fiamme o altri incendi causati dai petardi, dalle 23 alle 8.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.