Como regge l’impatto del traffico, caos scongiurato

Traffico nel giorno della Immacolata Concezione

Un sabato tutto sommato normale. La lezione di sabato scorso è servita e le misure adottate hanno funzionato. La città di Como, dopo l’ubriacatura di folla vissuta nel weekend dell’Immacolata, con la convalle assediata dal traffico, è tornata a muoversi su ritmi più che accettabili. Folla come si deve nei giorni di shopping pre-natalizio ma nessuna calca attorno alle attrazioni della “Città dei Balocchi”; traffico intenso ma poche code, e autosili in grado di assorbire l’onda d’urto di chi cerca un parcheggio. Vecchie abitudini dure a morire, come il vuoto pneumatico in Valmulini, contenitore tornato ai suoi standard di sempre dopo aver vissuto, una settimana fa, un sabato da autentico leone.
Quali i motivi di questo cambiamento di rotta? Sicuramente, le decisioni prese nei giorni scorsi hanno avuto il loro peso. In particolare, la scelta di interrompere nei due giorni del fine settimana lo spettacolo animato sulla facciata del Broletto.
Ma un effetto deterrente avranno avuto di sicuro gli articoli e i servizi Tv dedicati a quanto accaduto una settimana fa. Infine, avrà scoraggiato pure l’esperienza di restare incolonnati per ore in un traffico impazzito. In ogni caso, la città oggi ha saputo assorbire il flusso in entrata e in uscita di chi ha scelto di trascorrere il pomeriggio del sabato in centro. 

Approfondimento sul “Corriere di Como” in edicola domani. 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.