Il bel Lario da scoprire nelle Giornate delle Guide: gli itinerari gratuiti

Villa Camozzi Grandola

“Chiedere gli opuscoli turistici della mia città / e con te passare il giorno a visitar musei…” cantava Lucio Battisti in Perché no. Succede che i luoghi a noi più vicini siano anche i meno conosciuti. Allora perché non dedicarsi una giornata per scoprirli? Ieri è stata celebrata la “Giornata internazionale della Guida Turistica”. Le “guide Lago di Como” propongono, nel weekend, visite guidate gratuite (con prenotazione obbligatoria), a Como e sul Lario.
Sabato 23 febbraio si potranno ammirare i tesori della Pinacoteca Civica di Como, dal Medioevo al Novecento (ritrovo alle 14.30 alla Pinacoteca; prenotazioni: 339.3133438) e la Chiesa di San Giorgio in Borgo Vico: ricca di storia eppure poco conosciuta, sarà visitabile persino nei sotterranei. Approfittando dei ponteggi, si potranno vedere da vicino gli affreschi dei fratelli Recchi (ritrovo: ore 15 presso la chiesa; tel. 331.3945209).
A Cantù il colle di San Paolo, il punto più alto della città, offrirà una meravigliosa vista sulle Alpi, e permetterà di scoprire alcuni degli edifici storici della cittadina (ritrovo: ore 14.30 presso la Basilica, via Annoni 3; info: 347.6904989).
Domenica 24 febbraio si andrà invece alla scoperta di Griante e delle sue cinque chiese, dalla frazione di Cadenabbia fino all’antico Borgo Ricetto (ritrovo: ore 9.30 a Cadenabbia presso il pontile del traghetto; info: 320.3551711). Tornando a Como, sempre il 24 febbraio, alle 15, si potranno ammirare gli affreschi dell’antica Chiesa di Sant’Orsola risalenti al XIV secolo (ritrovo: ingresso oratorio di Sant’Orsola, in viale Lecco 125; informazioni e prenotazioni: 340.4823966).
Sull’altra sponda del Lario, si comincia con una suggestione letteraria dettata da I promessi sposi di Alessandro Manzoni. Il 23 febbraio i passi ai piedi del Resegone saranno accompagnati da letture di brani del romanzo. Partendo dalla località Caleotto di Lecco si giungerà a Pescarenico, seguendo la riva sinistra del fiume Adda fino al monumento al Manzoni. Incontro con la guida alle ore 10.15 all’ingresso di Villa Manzoni in via Don Guanella 1 (info: 347 6235504). Sempre sabato 23 febbraio, alle 15, è in programma una visita guidata al Santuario di Santa Maria dei Ghirli di Campione d’Italia. Citata già nel 777 d.C. è uno degli edifici più interessanti del Comasco. Vanta cicli pittorici del Trecento, Quattrocento e Seicento sia all’interno che all’esterno, oltre a splendide decorazioni a stucco. Una breve passeggiata permetterà poi di scoprire altre curiosità legare alla storia di Campione. Incontro con la guida alle 15 sul sagrato del Santuario (info: 339 1153094). Infine, domenica 24 febbraio, alle 15, le guide di Como porteranno alla scoperta del Museo Etnografico e Naturalistico della Val Sanagra e all’antica fornace Galli. Il museo è situato all’ultimo piano della settecentesca Villa Camozzi a Grandola ed Uniti, e ospita collezioni naturalistiche, testimonianze di antichi mestieri e del trenino che un tempo collegava Menaggio a Porlezza. Una breve passeggiata porterà all’antica Fornace testimone delle passate attività dei valligiani. Incontro con la guida alle ore 15 a Villa Camozzi a Grandola frazione Codogna (info: 339.11.53.094).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.