Sport

A Cantù è vigilia di playoff scudetto. Trinchieri: «Contano lucidità e calma»

Basket maschile – Venersdì gara 1 Bennet-Pesaro
«Sento un’aria elettrica è ho sensazioni positive: sono sicura che faremo dei playoff bellissimi». In barba alla scaramanzia, alla vigilia della partita inaugurale dei quarti di finale di playoff, la first lady Anna Cremascoli non vuole frenare il suo ottimismo.
Venerdì sera, la sua Bennet Cantù ospita a Cucciago (ore 20.30, diretta Rai Sport) la Scavolini Spar Pesaro. «Nei giorni che hanno preceduto questa serie, ho avvertito un ottimo clima dentro e fuori la squadra – spiega il presidente – Ci sono la serenità
e lo spirito giusti per fare grandi playoff».
«Dopo una stagione così travagliata da infortuni, è stato bello rivedere negli ultimi allenamenti il parquet di nuovo affollato – aggiunge Cremascoli – Sono convinta che rivedere Micov, Shermadini e Scekic a lavorare ha portato grande entusiasmo e fiducia a tutto il gruppo. Questo aspetto può darci una spinta importante per la serie contro Pesaro».
Un avversario, però, che arriva a Cantù con grandi ambizioni. «Non abbiamo dimenticato che Pesaro ci ha battuto due volte in regular season. Sappiamo che ci aspetta una serie dura, ma penso anche molto bella, contro un avversario che ha talento. Confesso, mi piacerebbe che finisse 3-0 per noi: è difficile, ma così ci permetterebbe di recuperare qualche infortunato».
Il presidente biancoblù ha le idee chiare sull’importanza del match inaugurale. «Ormai, seguendo staff e squadra, ho imparato che le sfide dispari sono le più importanti nei playoff: gara 1, però, ha un valore fondamentale perchè può orientare la serie. Mi aspetto, quindi, un grande supporto da parte del nostro pubblico».
Anna Cremascoli spiega anche la scelta di restare a Cucciago per il primo turno di playoff. «Penso che sia la decisione più giusta almeno per i quarti. Non avrebbe avuto senso spostarci a Desio con il rischio, magari, di non riempirlo. Non escludo, comunque, che si possa valutare la soluzione PalaDesio in caso di passaggio alle semifinali».
Dopo dieci giorni di stop, sente positivo anche coach Andrea Trinchieri: «È vero – afferma – ho buone sensazioni, perché durante questa pausa ci siamo allenati e preparati bene con carichi di lavoro intelligenti e in un buon clima. Del resto, ho giocatori veterani dei playoff che stanno affilando le lame e tutti sanno bene quanto sia importante questa serie».
Il coach, però, non abbassa la proverbiale guardia, perché sa cosa lo aspetta. «Sarà una serie aperta e lunga contro un avversario di valore che, non a caso, ci ha battuto ben due volte in questa stagione. L’unica cosa che mi sento di dire è che quando abbiamo battuto Pesaro, in Coppa Italia, è stata l’unica volta in cui ha giocato Basile?». E il “Baso” venerdì sera ci sarà, caricatissimo. «Come tutta la squadra – sottolinea Trinchieri – La cosa che mi fa ben sperare è che ci presentiamo sereni e preparati. In questa serie, ogni squadra può vincere ogni partita: alla fine prevarrà chi riuscirà a mantenere più lucidità e calma».
La società canturina, intanto, fa sapere che la seconda gara dei quarti dei playoff con Pesaro, in programma originariamente domenica alle 20.30 a Cucciago, è stata anticipata alle ore 18.15. Rimangono validi i biglietti già venduti che riportano l’orario delle 20.30.

Andrea Piccinelli

17 Maggio 2012

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto