A Collura il premio “Alfio Russo”

Personaggi
Prestigioso riconoscimento per Matteo Collura, giornalista culturale del “Corriere della Sera”, spesso ospite sul Lario per presentare i suoi libri di storia e critica letteraria. Collura è il vincitore della 36ª edizione del Premio Alfio Russo. Con questo riconoscimento la giuria ha «voluto esaltare la funzione che il giornalismo colto esercita nel panorama della nostra informazione».
La consegna del premio – in passato andato a personalità come Enzo Biagi, Alberto Ronchey e all’attuale
direttore del “Corriere” Ferruccio de Bortoli – sarà domani alle 20 nel Salone degli Specchi del municipio di Giarre, città che ha dato i natali ad Alfio Russo, direttore del quotidiano di via Solferino negli anni ’60.
Per Longanesi, Collura ha dedicato a Luigi Pirandello la sua più recente fatica letteraria, Il gioco delle parti. Vita straordinaria di Luigi Pirandello. Il libro – al tempo stesso biografia e romanzo – illumina in modo innovativo la complessa e modernissima personalità del premio Nobel. Collura è già al lavoro su un altro libro, di nuovo sull’amata Sicilia: «Uscirà nel 2013 – anticipa – e concluderà una trilogia, iniziata con In Sicilia e proseguita con L’isola senza ponte. Se il primo era una specie di viaggio nell’anima dell’isola, il secondo racconta l’insularità come destino. Questo nuovo lavoro sarà sui miti veri o presunti che innervano la cultura siciliana, da Pirandello a Tomasi di Lampedusa».
Intanto Collura continua a commentare con testi letterari l’opera di grandi fotografi. Dopo Libro siciliano per Flaccovio, con scatti di Melo Minnella, esce da Sciascia un libro su Cefalù, con scatti dell’agrigentino Angelo Pitrone.

Lorenzo Morandotti

Nella foto:
Matteo Collura

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.