A Como duecento multe al giorno. Sempre più lariani le pagano a rate

Ieri si è svolto l’open day della polizia locale del capoluogo
Raffica di multe a Como. E cresce il numero di cittadini che, faticando ad arrivare a fine mese, chiedono di poterle pagare a rate. Sono circa 200 le contravvenzioni elevate
in media ogni giorno dalla polizia locale del capoluogo lariano, in pratica più di 8 all’ora. E solo considerando le sanzioni scattate nei primi 9 mesi dell’anno, Palazzo Cernezzi potrebbe incassare oltre 2 milioni di euro, ovvero fra 7 e 8mila euro al giorno.
I dati sono stati resi noti ieri in occasione dell’open day della polizia locale di Como, durante il quale gli agenti hanno illustrato ai cittadini i 143 anni di storia del corpo e le principali attività del comando. Nel cortile antico di Palazzo Cernezzi è stato allestito uno stand con i mezzi dei vigili e sono state effettuate anche visite guidate nella centrale operativa di viale Innocenzo.
I numeri relativi alle multe sono stati commentati dal commissario aggiunto Davide Gaspa. «Il trend di quest’anno ricalca quello del 2011 – ha affermato l’ufficiale – Nel complesso lo scorso anno le sanzioni elevate sono state circa 70mila, al 30 settembre di quest’anno è già stata superata quota 50mila e ci avviciniamo alle 60mila multe».
In una città perennemente alle prese con la carenza di parcheggi, più di una multa su due riguarda violazioni relative ai divieti di sosta. Seguono le infrazioni al Codice della strada commesse quando si è al volante, per esempio parlare al cellulare mentre si guida, e quelle legate alle regole di accesso alla Ztl, la zona a traffico limitato che verrà presto ampliata.
«Le sanzioni previste per le infrazioni relative alla zona a traffico limitato sono stabilite dal Codice della strada – spiega Luciano Campagnoli, commissario capo della polizia locale cittadina – e arrivano al massimo a 76 euro, somma alla quale vanno aggiunte le spese di spedizione della contravvenzione all’indirizzo del proprietario del veicolo».
Per molti comaschi, però, anche una multa può rappresentare un problema dal punto di vista del bilancio familiare. E così, negli ultimi mesi, è aumentato il numero di cittadini che chiedono alla polizia locale di poter pagare a rate le contravvenzioni. Un’ulteriore conferma del difficile momento che molti lariani stanno attraversando a causa della prolungata crisi economica. Crisi che fa probabilmente sentire i suoi effetti anche su un altro fronte viabilistico.
Sono sempre più frequenti, infatti, le auto che circolano senza la necessaria copertura assicurativa. Ogni mese sono una cinquantina i veicoli posti sotto sequestro dalla polizia locale di Como perché sprovvisti dell’assicurazione prevista per legge.
La giornata di porte aperte organizzata ieri in città rientrava nell’ambito degli open day dei comandi dei vigili voluto dalla Regione in tutta la Lombardia, su iniziativa della direzione generale della Protezione civile e della Polizia locale.
Sono stati 48 i comandi coinvolti in altrettanti comuni lombardi con oltre 20mila abitanti. Obiettivo dell’iniziativa era quello di avvicinare la cittadinanza agli agenti, facendo conoscere le attività svolte.

Alessandra D’Angiò

Nella foto:
Dalle multe elevate dall’inizio dell’anno a oggi, Palazzo Cernezzi potrebbe incassare oltre 2 milioni di euro, ovvero fra 7 e 8mila euro al giorno

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.