A fuoco due autovetture. Si esclude la mano del piromane

A Bulgarograsso  (m.pv.) Nessun dolo, ma un corto circuito partito dalla batteria di una Smart che ha finito con il coinvolgere anche una seconda autovettura, una Fiat Panda parcheggiata accanto. È quanto accaduto nella notte tra martedì e mercoledì, a Bulgarograsso, in via Cesare Battisti. Tutto è avvenuto poco dopo la mezzanotte, nei pressi di un condominio. La prima auto a incendiarsi, come detto, per cause accidentali legate ad una batteria, è stata una Smart. Il rogo ha coinvolto la vettura accanto e pure

il quadro elettrico del condominio presso il quale erano parcheggiate le vetture. Le fiamme sono state domate dall’invio a Bulgarograsso di tre mezzi dei vigili del fuoco, due partiti da Appiano Gentile e l’ultimo da Como. I soccorsi hanno provveduto non solo a spegnere l’incendio ma evitare che il rogo coinvolgesse il condominio in modo serio. In un primo momento si era anche temuto il dolo. Il successivo rapporto dei vigili del fuoco e il sopralluogo dei carabinieri della compagnia di Cantù hanno invece permesso di escludere la mano del piromane.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.