A Magreglio ormai si tassa tutto

Un percorso sempre più faticoso

Apprendendo che il Comune di Magreglio ha deciso di tassare il sottosuolo (cavi, tubi, pozzetti, linee telefoniche, condutture del gas; e in più i tralicci dell’energia elettrica, i sostegni delle lampade stradali) viene da chiedersi se prima o poi non arriverà a tassare anche il belvedere sul Lago, la sorgente del Lambro, il passaggio del “Lombardia” dal Ghisallo…
Ma non c’è da scherzare; si tratta di una inquietante decisione spiegabile col mancato introito dell’Imu prima casa e con gli insufficienti trasferimenti governativi. E l’amara conclusione è che anche le amministrazioni pubbliche stanno iniziando un percorso di mortificazioni paragonabile a quello dei privati cittadini che ricorrono alle associazioni di carità. Per tirare avanti.
Si può negare che i provvedimenti del governo dovuti alla crisi abbiano ormai raggiunto un grado di insostenibilità spaventoso?
Bruno Faccini

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.