Cronaca

A Menaggio la risonanza per claustrofobici

alt Il nuovo macchinario
Fermi: «Consentirà di eseguire circa 2.500 esami all’anno»
Si chiama “Mrj 3300” ed è costata circa 240mila euro la nuova macchina per la risonanza magnetica presentata ieri a margine del convegno “La nuova Sanità in Lombardia e i servizi sanitari nel Canton Ticino”, che fra tre mesi arriverà all’ospedale “Erba-Renaldi” di Menaggio.
«Un risultato di cui andare davvero orgogliosi – dice Alberto Bobba, sindaco di Menaggio e ortopedico nello stesso ospedale – un progetto iniziato nove anni fa ma che alla fine ha portato una grande innovazione

nella nostra azienda».
Sì, perché sono serviti nove anni per raccogliere i fondi necessari all’acquisto di questa apparecchiatura d’avanguardia. «Quando abbiamo presentato l’iniziativa, il riscontro dei cittadini è stato subito molto positivo e collaborativo – racconta Alberto Bobba – e senza l’aiuto delle onlus “Centro Lario per l’ospedale di Menaggio” e “Cristian e Gianfranco Battaglia” non ce l’avremmo fatta. Questa è una vittoria per tutti». Infatti, della nuova macchina aperta per la risonanza magnetica, grazie alla quale si potranno eseguire esami al cranio, alle articolazioni e alla colonna vertebrale, beneficeranno soprattutto i pazienti.
«Al di là della nuova tecnologia che rispecchia un aspetto importante per l’ospedale – dice il sindaco Alberto Bobba – è fondamentale sapere che i pazienti non dovranno più recarsi altrove per fare questi esami, ma avranno la possibilità di utilizzare una macchina nuova a due passi da casa: un vero progresso soprattutto per le persone anziane, magari con difficoltà motorie e di spostamento». E non solo: la nuova macchina per la risonanza magnetica è aperta».
«Ciò significa che per i pazienti claustrofobici non ci saranno più problemi – spiega il consigliere regionale Alessandro Fermi – tutti potranno eseguire i dovuti esami senza preoccuparsi di entrare in quel “tubo” che tanto incute timori e ansie». Insomma, un piccolo, grande cambiamento per il quale, però, bisognerà aspettare ancora prima che diventi operativo. «La Regione Lombardia ha messo a disposizione dell’ospedale “Erba-Renaldi” altri 250mila euro per il completamento della messa a norma della sala che ospiterà la nuova apparecchiatura. – dice ancora Fermi – L’adeguamento strutturale è necessario e non vogliamo che l’attività dell’ospedale venga ridotta ma, anzi, perfezionata dal punto di vista tecnologico. Bisognerà aspettare tre mesi prima che possa essere utilizzata».
«Questa apparecchiatura porterà ad un incremento dell’attività ospedaliera – conclude Alessandro Fermi – una volta installata, la risonanza consentirà di eseguire circa 2.500 esami all’anno».

En.Co.

Nella foto:
L’ospedale “Erba-Renaldi” di Menaggio dove verrà installato il nuovo macchinario per la risonanza magnetica
9 maggio 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto