A.Mittal: sciopero, sit in Usb a Taranto

Mille lavoratori in bus a Roma per manifestazione Cgil-Cisl-Uil

(ANSA) – TARANTO, 10 DIC – Cominciato alle 23 di ieri, terminerà domani alle ore 7 lo sciopero dei lavoratori di ArcelorMittal, diretti e dell’indotto, proclamato da Fim, Fiom e Uilm di Taranto e in maniera autonoma dall’Usb. Contestano il nuovo piano industriale della multinazionale, che ha chiesto ulteriori 4.700 esuberi entro il 2023 e il mancato rientro al lavoro dei 1.600 lavoratori attualmente in capo all’Ilva in As. A Taranto l’Usb ha promosso inoltre un presidio alle portinerie e a seguire un sit-in davanti alla direzione, a cui hanno aderito anche rappresentanti di associazioni ambientaliste che invocano la chiusura della fabbrica, la bonifica con reimpiego degli operai e la riconversione economica del territorio. Sono poi partiti da Taranto ieri sera, con una ventina di bus, oltre 1.000 lavoratori dell’ex Ilva e dell’indotto: hanno raggiunto Roma insieme ai delegati di Fim, Fiom e Uilm, per la manifestazione nazionale #futuroallavoro organizzata da Cgil, Cisl e Uil.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.