A Sant’Agostino anche un pontile galleggiante

Un rendering del molo di Sant'Agostino

I lavori inizieranno l’anno prossimo. Il “molo” di Sant’Agostino, a Como cambierà così presto il suo volto per rendere il capoluogo lariano ancora più attrattivo per chi si vuole muovere in barca o in motoscafo.

Nei giorni scorsi la giunta cittadina ha approvato il progetto di Como Servizi Urbani, gestore per conto del Comune di Como delle strutture portuali, per la riqualificazione del porto.

Molo di Sant’Agostino, il rendering


I rendering mostrano come sarà la zona dopo il restyling: il progetto, del valore di 375mila euro, prevede l’installazione di un pontile galleggiante vincolato al molo esistente che seguirà l’escursione del lago, in ogni sua fase; l’accesso, inoltre, avverrà direttamente dalle gradinate del lungo Lario, evitando così “la pericolosa discesa con scalette dall’alto del modo, come accade ora”, si legge nella delibera di giunta sull’approvazione del progetto definitivo.

Inoltre, la nuova struttura porterà per i diportisti la disponibilità di acqua e luce, oltre a un punto di ricarica per le imbarcazioni elettriche. Il nuovo progetto comporterà però una riduzione dei posti barca, 12 ormeggi in meno. Ne resteranno in totale 37.

«L’obiettivo è rendere disponibile la nuova struttura entro l’avvio della prossima stagione diportistica, quindi tra la fine di marzo e l’inizio aprile – spiega Marco Benzoni, direttore di Como Servizi Urbani – I lavori dovrebbero iniziare tra gennaio e febbraio, ma dipende da quando saranno concluse tutte le procedure di gara».

Intanto in città si discute sulla possibilità di eliminare i posti auto dalle piazze Croggi e De Orchi. Due spazi lungo viale Geno sempre molto frequentati dai turisti. La mozione è stata presentata dal Pd a Palazzo Cernezzi e chiede di pedonalizzare o far rientrare l’area nella Ztl. «Analizzeremo la questione», aveva detto nei giorni scorsi l’assessore alla Viabilità, Vincenzo Bella.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.