Abbondino, candidature all’insegna del Covid: medici e infermieri fra le proposte inviate

Abbondino d'Oro 2019

L’Ordine provinciale dei medici e quello degli infermieri, ma anche figure singole come Gabriele Moltrasio, camice bianco colpito dal Coronavirus, o i quattro fratelli Mautone (due maschi e due femmine), tutti infermieri. E poi l’onlus Alice, Associazione per la lotta all’ictus cerebrale – che ha raccolto il maggior numero di segnalazioni, una ventina – e la Fondazione Ca’ d’Industria. Sono numerose le proposte legate alla pandemia inviate a Palazzo Cernezzi da singoli cittadini e da associazioni per l’assegnazione dell’Abbondino d’oro di quest’anno.
Coronavirus ma non solo: tra le segnalazioni giunte in Comune figurano infatti anche i nomi dell’egittologo Angelo Sesana, di Gerardo Severino, ufficiale della guardia di finanza con la passione per la storia, e del senatore Luciano Forni (alla memoria), esponente di spicco della Democrazia Cristiana in riva al Lario, deceduto il 9 maggio scorso all’età di 85 anni.
Le candidature dovranno ora essere valutate da una commissione speciale, composta dai componenti della Commissione consiliare I, dal sindaco (o da un assessore delegato) e dal presidente del consiglio comunale. L’assegnazione è prevista per fine anno.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.