Accerchiato il bivacco dello spaccio: due arresti nel bosco di Appiano Gentile

Si sono infiltrati nel bosco, hanno accerchiato l’area in cui si sospettava vi fosse l’attività di spaccio. Alla fine è scattato il blitz, chiuso con l’arresto di due persone che hanno tentato inutilmente di fuggire tra gli alberi. I carabinieri della stazione di Appiano Gentile hanno messo le manette ai polsi ad un 38enne pakistano, residente a Cesate (in provincia di Milano), e a un 44enne marocchino senza fissa dimora. L’accusa per loro è quella di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Sono stati portati nel carcere del Bassone di Albate a dispusizione dell’autorità giudiziaria. Il tutto è avvenuto nel bosco che costeggia via Varese, ad Appiano Gentile. Nel pomeriggio di giovedì, i militari dell’Arma sono entrati in azione dopo che avevano tenuto sottocchio l’attività dei due sospettati e quanto avveniva nel bosco.

Come detto, i carabinieri hanno accerchiato la zona per evitare la fuga, e hanno poi fatto irruzione sulla scena. Oltre agli arresti, sono stati recuperati anche 16,65 grammi di eroina avvolti in un involucro di cellophane, 12,85 grammi di hashish, un bilancino di precisione materiale per il confezionamento delle dosi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.