Accoltellato nella casa disabitata: in via Torno arrivano i carabinieri

Un diverbio per motivi banali. Le parole che lasciano strada ai fatti. Una lama che compare all’improvviso. È finita con l’intervento del 118 e le cure del pronto soccorso del Sant’Anna l’ennesima lite tra stranieri in una delle molte aree dismesse della città di Como.
Questa volta i fari della cronaca si sono puntati sull’inizio di via Torno in un caseggiato al numero 12 già al centro di episodi che hanno portato all’arrivo delle forze dell’ordine. Il ferito, 21 anni e originario della Tunisia, avrebbe riportato tagli alle mani e all’addome con una prognosi poi quantificata in 10 giorni.
Il presunto aggressore, un 29enne marocchino che si trovava pure lui nell’area dismessa, è stato arrestato con le accuse di lesioni personali aggravate. Ieri mattina è stato processato con il rito direttissimo e ha chiesto i termini a difesa. Tornerà in aula per essere processato nel prossimo mese di giugno. Nel frattempo avrà l’obbligo di firma.
L’intervento dei carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Como è avvenuto alle 7 del mattino di domenica, quando sono stati richiamati dalle segnalazioni di urla provenienti dall’abitazione abbandonata di via Torno. Una volta sul posto, i militari notano un uomo scappare proprio dall’area dismessa. Lo stesso viene fermato e controllato. Ha tagli all’addome e alle mani, causati da un coltello. La vittima riferisce quello che era accaduto da poco. I carabinieri entrano nello stabile, salgono al secondo piano e trovano non solo il marocchino ma anche il coltello da cucina ancora insanguinato, e nascosto sotto un materasso utilizzato per passare la notte. L’arma viene immediatamente sequestrata. Intanto in via Torno arriva anche l’ambulanza del 118 che soccorre il ferito trasportandolo al Sant’Anna. Anche l’aggressore, una volta in caserma, viene medicato con una prognosi di 5 giorni per lesioni rimediate nello scontro.
Il fatto è stato segnalato alla Procura della Repubblica che ha aperto un fascicolo per lesioni. Il marocchino 29enne è stato arrestato e ieri mattina processato per direttissima.
M.Pv.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.