Accompagna una 14enne clandestina. Arrestato in stazione 34enne eritreo

Como San Giovanni

(m.pv.) Si sono incontrati a Milano, alla Stazione Centrale. Da lì sono saliti su un treno per la Svizzera, lui 34 anni lei 14. L’obiettivo era fingere di essere padre e figlia con l’intento di varcare il confine e poi permettere alla giovanissima di chiedere asilo politico. Il tentativo è stato però fermato dagli uomini della polizia di frontiera che hanno prima controllato la coppia per poi portarla negli uffici di Ponte Chiasso per ulteriori verifiche che si sono concluse con l’arresto del

“passatore”.
Il fatto, di cui si è avuta notizia solo ieri, risale a due giorni fa quando sul Tilo che da Milano arriva a Bellinzona, agenti della polizia di frontiera hanno controllato un eritreo di 34 anni con permesso di soggiorno, che viaggiava con una giovane straniera. Entrambi avevano acquistato il biglietto, ma la ragazzina era sprovvista di documenti. Fatti scendere a Como San Giovanni e condotti negli uffici di Pontechiasso, è poi venuta a galla la storia: l’uomo infatti, in cambio di 100 euro, si era adoperato per accompagnare la giovane, sua connazionale di 14 anni, in Svizzera per chiedere asilo politico. L’incontro, come detto, era avvenuto poco prima alla stazione di Milano Centrale e il 34enne aveva acquistato per sé un biglietto fino a Como e per la ragazza fino a Chiasso. L’uomo è stato arrestato per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Si è già svolto il processo in tribunale con il rito “direttissimo”. Il giudice monocratico ha ritenuto congrua la pena di un anno di reclusione e 18000 euro di multa con la sospensione condizionale. La minore è stata invece affidata ad un centro di accoglienza di Como.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.