Accordo Israele-Emirati: proteste in Cisgiordania e a Gaza

Su Spianata a Gerusalemme bruciato poster Bin Zayed

(ANSA) – TEL AVIV, 14 AGO – Palestinesi che prendevano parte alle preghiere del venerdì sulla Spianata delle Moschee a Gerusalemme hanno prima innalzato e poi dato alle fiamme un poster del leader degli Emirati Arabi Mohammed bin Zayed, in protesta contro l’accordo raggiunto con Israele. Lo stesso è avvenuto a Nablus, in Cisgiordania, dove sono stati bruciati anche poster del premier Benyamin Netanyahu e del presidente Usa Donald Trump. Lo riferiscono media israeliani che pubblicano foto dei due episodi. Il fatto sulla Spianata Moschee è stato poi interrotto dall’arrivo della polizia israeliana. Anche nella Striscia ci sono state proteste contro l’intesa: in particolare a Gaza City, secondo fonti palestinesi, la Jihad islamica ha organizzata una marcia di contestazione dell’accordo il cui slogan principale era "No al tradimento della Palestina". (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.