Acqua: Cingolani, piano su 24mila km infrastrutture idriche

Recupero fiumi e acque reflue

(ANSA) – ROMA, 06 OTT – "Stiamo lavorando a un piano molto grosso per intervenire su circa 24mila chilometri di infrastrutture idriche per mitigare le perdite, poi c’é un piano per realizzare qualche decina di invasi che consentano di raccogliere l’acqua piovana, per sostenere il comparto agricolo. Lo afferma il ministro per la Transizione ecologica, Roberto Cingolani, intervenendo a "Oro blu: il pianeta e il futuro dell’acqua", il sesto appuntamento che l’ANSA dedica ai temi della sostenibilità. "Interverremo – precisa – con un investimento molto corposo per il recupero dei fiumi e poi sui fondali marini, un mare in salute è un ottimo assorbitole di anidride carbonica, e poi interverremo sulla depurazione l’acqua reflua". "L’acqua è un problema multidimensionale", sottolinea Cingolani, ricordando che noi siamo in un paese in cui abbiamo disponibilità, ma "siamo intorno al miliardo di persone che hanno accesso difficilissimo all’acqua, tra l’altro non potabile. Per via delle colossali diseguaglianze planetarie, noi dobbiamo utilizzare la nostra acqua con grande parsimonia, e poi a questo si aggiunge il cambiamento climatico". Ma prima di tutto bisogna guardare alle infrastrutture perché "noi perdiamo il 42% per perdite irregolari". Per realizzare questi investimenti, aggiunge il ministro, "il programma temporale è quello del’Pnrr e si aggiunge a quello che facciamo di ordinario", si va avanti "studiando accordi di programma e bandi". (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.