Acquerelli botanici, a Lezzeno un inno alla natura con le allieve di Silvana Rava

Arte sul Lario
La pittura botanica, arte soprattutto femminile per le doti di pazienza e precisione che implica, non è una nicchia, un hobby, un esercizio di tecnica o di stile, una mera illustrazione che vuole sostituirsi alla fotografia. Racchiude a ben vedere molteplici significati (tra i più insistiti, la vanità delle cose terrene e la fugacità della vita umana) e ha una origine antichissima, che tra gli altri ha raccontato, sul versante del mito, l’erudito comasco Plinio il Vecchio nella sua monumentale enciclopedia Naturalis Historia: vi si narra infatti come il pittore Greco Pausias dipingesse i fiori delle ghirlande che la sua amata Glicera andava intessendo.

Silvana Rava è, in provincia, maestra di assoluto rilievo e fama internazionale in tale ambito. Ha organizzato in questi giorni una mostra con le allieve del suo corso di pittura botanica di Lezzeno, in collaborazione con la Biblioteca. È dal 2008 che tutti i lunedì pomeriggio, da ottobre fino ad aprile, insegna acquerello botanico presso la sala civica della località sulla sponda orientale del Lario comasco. 

«Le allieve che mi seguono dal 2008 hanno fatto grandi miglioramenti, tanto da stampare un calendario con i loro lavori che verrà venduto in occasione della mostra», dice Silvana, che con le sue opere di pittura botanica è anche protagonista della nostra galleria permanente di artisti “Lario ad Arte” sul sito www.corrieredicomo.it.
La mostra a Lezzeno (nelle foto) è aperta fino a domenica 17 agosto, presso la sala civica. Orario 9-12 e 19-22.30. Ingresso libero.

Lorenzo Morandotti

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.