Addio all’archivio dello stato civile. A Morimondo 70 anni di storia

La memoria in trasferta  L’ultimo trasloco sarà in agosto, poi tutto l’archivio dello stato civile finora custodito nel sotterraneo del Tribunale di largo Spallino a Como sarà trasferito a Morimondo, nel Milanese, in una scaffalatura lunghissima, di ben otto chilometri. Dovrà contenere settant’anni di memorie comasche: atti e registri relativi a nascite e morti e attività dei Comuni della provincia, dal 1930 al 2000. Il tutto è stato riordinato e inventariato a cura dell’Archivio di Stato con l’aiuto della società

Scripta, tra giugno e luglio, e il trasferimento è partito il 12 luglio. In totale i faldoni confezionati sono stati 4.596. L’impresa, necessaria per far posto ai fascicoli del tribunale civile e di quello penale, sarà compiuta con lo sgombero del deposito al piano interrato che contiene gli atti più antichi, dal 1866 al 1929.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.