Addio all’editore De Michelis, Cocco: «Coraggioso e libero»

La copertina di "Morte a Bellagio" di Cocco e Magella

Lutto nella cultura, è morto ieri Cesare De Michelis, presidente della casa editrice veneziana Marsilio. Era in vacanza a Cortina e avrebbe compiuto 75 anni il 19 agosto. Tra i nuovi entrati nella squadra Marsilio, che ha lanciato autori come Susanna Tamaro e Margaret Mazzantini, ci sono Amneris Magella e Giovanni Cocco, comaschi e autori, in coppia, di gialli ambientati sul Lario tra cui il recente “Morte a Bellagio” (nela foto, la copertina), primo in classifica nella vendite online.
«Tra i tanti meriti di De Michelis – dice Cocco, finalista al Campiello 2013 – l’indipendenza che ha sempre rivendicato con grande forza sin dagli anni Ottanta. Questo ha permesso di affrontare e vincere sfide importanti come l’introduzione in Italia dei gialli scandinavi, si pensi a Henning Mankell e Stieg Larsson. I grandi editori sono tali se hanno indipendenza e coraggio e difendono il proprio prodotto».
«Oggi Marsilio è in solide mani – conclude Cocco – grazie anche alla joint venture con Feltrinelli. De Michelis ha insistito molto per valorizzare la narrativa italiana e autori importanti e da recuperare come Paolo Barbaro. Uno scrittore tuttora meritatamente in catalogo».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.