Adele in vernacolo Esce il cd-libro “Vintùn” con la voce di Lucia Lella

alt In arrivo il 9 novembre

Rolling in the deep? In dialetto insubrico suona “Vessich dent in fond”. La ritmata Rumour has it? Diventa “La vos gira”. E sempre letterali sono pure le traduzioni di brani ormai classici come Don’t You remember (“Te se regòrdet”), I’ll be waiting (“Mì specciaroo”) e Someone like You (“Quaidun ‘mè tì”). Stiamo parlando dell’album – kolossal della britannica Adele Adkins, 21, uscito nel 2011 e giunto alla vertiginosa cifra di 25 milioni di copie vendute, che adesso viene celebrato

in versione dialettale con Vintùn: dódes canzon de Adèle per dódes città de l’Insubria, in uscita sabato 9 novembre anche a Como.
Le celebri canzoni di Adele saranno interpretate da Lucia Lella, per iniziativa dell’Opificio Monzese delle Pietre Dure (col supporto della “Regio Insubrica”). Il cd è accompagnato da un libro che è introdotto da una riflessione di Memo Remigi, grande maestro della canzone d’amore ambientata a Milano. Chi ha tradotto in “lombardo occidentale” le canzoni di Adele, la più nota cantante pop oggi insieme con Lady Gaga, è Renato Ornaghi. A ogni canzone è abbinata una città dell’area insubrica.

Nella foto:
La cantante britannica Adele. Il suo album 21 ha già venduto più di 25 milioni di copie nel mondo

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.