Cultura e spettacoli

“Adriana Lecouvreur”: morire annusando un mazzolino di fiori

altLirica al Sociale
«Adriana Lecouvreur è un’attrice di teatro all’apice della carriera, famosa e venerata dai suoi ammiratori. La sua vicenda privata si svolge tra teatro e palazzi nobiliari, recite e declamazioni. Tutto mi fa pensare che, nella definizione del personaggio di Adriana, si deve tenere conto di quelle che erano le dive operanti al momento della composizione dell’opera. La loro magia nasceva in teatro ma per alcune raggiungerà l’apice con l’apparizione della nuova arte, il cinematografo…

 Una strada interessante, dunque, era quella di ambientare l’opera nell’epoca in cui il teatro e il neonato cinema respiravano la stessa aria e le stesse emozioni. Un mondo ancora in bianco e nero, di forti contrasti, dove si può morire annusando un mazzolino di fiori». 

 

Così Ivan Stefanutti, nel descrivere il personaggio di Adriana Lecouvreur, presenta la sua scelta registica per l’omonima opera lirica che andrà in scena il 16 e 18 ottobre, alle 20.30, al Teatro Sociale di Como. Composta da Francesco Cilea su libretto di Arturo Colautti, Adriana Lecouvreur si ispira al dramma di Eugène Scribe e Ernest Legouvé che raccontarono la vita di Adrienne Lecouvreur, grande attrice della “comédie-française”.
A dirigere l’Orchestra de “I Pomeriggi Musicali di Milano” ci sarà il maestro Carlo Goldstein che definisce i protagonisti di Adriana Lecouvreur «personaggi di nuova complessità psicologica, caratterizzati da un nuovo e moderno sentire (…) Adriana è un’opera davvero nuova e, nonostante si intuisca il profondo amore per la tradizione che anima Cilea, ciò che colpisce maggiormente è l’originale cambio di prospettiva di cui è portatrice». La scena si apre con Adriana che ripassa i versi di una tragedia di Racine: di lì a poco dovrà entrare in scena. Il direttore del teatro, Miconnet, è innamorato di lei, ma proprio quando sta per dichiararsi, Adriana gli confida di amare l’alfiere del principe di Sassonia, Maurizio, che quella sera verrà a sentirla recitare…
Adriana Lecouvreur è interpretata da Daria Masiero, Maurizio da Angelo Villari. Maestro del coro è Antonio Greco. Da segnalare, il 13 ottobre, alle 18.30, nel foyer del Teatro Sociale, l’incontro di presentazione dell’opera (ingresso libero) con il musicologo Francesco Rocco Rossi, il direttore Carlo Goldstein e il regista Ivan Stefanutti.
Biglietti spettacolo: 16-53 euro. Info e prenotazioni: www.teatrosocialecomo.it

Nella foto:
Maestri
un momento delle prove di “Adriana Lecouvreur” con il maestro Carlo Goldstein; 
10 ottobre 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto