Afa, animali da allevamento sotto stress. L’allarme di Coldiretti

mucche da lattemucche da latte

Colonnina di mercurio ancora sopra i 30° (almeno fino a domani secondo le previsioni meteo), e gli allevatori lariani lamentano crescenti difficoltà. Sono ad esempio costretti ad attivare misure anti afa come doccette e ventilatori per il bestiame che soffre lo stress da caldo, con conseguente aumento dei costi di produzione.
Lo denuncia in un comunicato ufficiale la Coldiretti di Como e Lecco che segnala come si sta producendo fino al 10% circa di latte in meno (ed è quello destinato alla produzione dei formaggi più pregiati, dal Grana Padano al Gorgonzola) rispetto ai periodi normali proprio a causa delle alte temperature.
Secondo gli esperti della Coldiretti interprovinciale lariana, per le mucche il clima ideale è fra i 22 e i 24 gradi, oltre questo limite gli animali preferiscono mangiare poco, bevono molto e producono come detto meno latte. Si calcola che ogni singolo animale sia arrivato a bere con le alte temperature di questi giorni fino a 140 litri di acqua al giorno contro i 70 dei periodi meno caldi.
E i pasti vengono somministrati dagli allevatori un po’ per volta, allo scopo di aiutare le mucche a nutrirsi al meglio senza appesantirsi.
Come detto, al calo delle produzioni di latte si aggiunge poi un aumento dei costi alla stalla per i maggiori consumi di acqua ed energia a carico degli allevatori durante il periodo più caldo dell’anno.
Da segnalare che il 2020 è stato fino adesso di oltre un grado (+1,01 gradi) superiore alla media storica classificandosi al quarto posto tra i più bollenti dal 1800, lo si rileva sulla base dell’analisi Coldiretti su dati Isac Cnr relativi ai primi sette mesi. Dati dai quali si evidenzia anche la caduta del 30% di pioggia in meno che ha procurato l’allarme siccità in Italia dove i livelli del Po e dei grandi laghi, compreso il nostro Lario, sono in calo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.