Affitti di case vacanza, da giovedì diventa obbligatorio il codice
Cronaca, Economia

Affitti di case vacanza, da giovedì diventa obbligatorio il codice

Il Tar (Tribunale amministrativo regionale) ha respinto la richiesta di sospensiva sulla delibera della giunta della Regione Lombardia dello scorso giugno che prevede l’introduzione del “Cir” (Codice identificativo di riferimento) per le case e gli appartamenti per vacanza, compresi gli alloggi o porzioni degli stessi dati in locazione per finalità turistiche.

Da giovedì 1° novembre, tutte le case vacanza pubblicizzati o commercializzati sui media o su cartelli dovranno avere nell’annuncio il Cir.

“Esprimo la mia soddisfazione per la decisione – ha commentato la Presidente delle attività extra alberghiere di Confcommercio Como Paola Gonella – l’introduzione del Codice identificativo rappresenta un ulteriore punto di forza per contrastare l’abusivismo e agevolare i Comuni nei controlli degli annunci, online e offline, di turismo in appartamento”.
Il CIR corrisponde al “codice regione” attribuito al momento dell’iscrizione al portale Turismo 5 per la gestione dei flussi turistici. Il codice è generato automaticamente dal portale e richiede, come pre-requisiti, l’avvenuta registrazione sul sito “Alloggiati web” per gli obblighi di denuncia degli ospiti alla pubblica sicurezza. Il codice è composto da 6 caratteri numerici riferiti al codice Istat del Comune, 3 caratteri alfanumerici che individuano la tipologia di struttura, 5 caratteri sequenziali generati automaticamente. L’obbligo è a carico di chiunque pubblicizzi, promuova o commercializzi: gestori stessi, intermediari immobiliari, gestori di portali telematici. Le sanzioni per gli annunci privi di Cir vanno da 500 a 2.500 euro.
I controlli sono in capo ai Comuni. “Con il Codice Identificativo – conclude il Direttore di Confcommercio Como Graziano Monetti – la Lombardia si aggancia al trend di regole europee ed internazionali che permettono uno sviluppo sano e corretto di un fenomeno in evoluzione – quello della sharing economy – con importanti riflessi economici e sociali”.

30 ottobre 2018

Info Autore

Paolo

Paolo Annoni pannoni@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto