Affollamento delle carceri, il Bassone è 20° in Italia

alt

La ricerca della Uil Penitenziari

Triste primato per la provincia di Como, ventesima in Italia e settima in Lombardia per il sovraffollamento del carcere del Bassone. È quanto emerge dall’analisi della Uil Penitenziari, che ha fotografato la situazione italiana al 31 dicembre 2013. Con ben 181 presenze, la casa circondariale del Comasco è tra le 20 più sovraffollate d’Italia. Se infatti la capienza regolare sarebbe di 226 detenuti, a fine anno il Bassone contava 407 presenze con un indice di affollamento superiore all’80%.
Non va meglio considerando i dati

relativi agli eventi critici. Il penitenziario comasco infatti è quinto a livello regionale per quanto riguarda i tentati suicidi (con 9 casi) e nono in Lombardia per i casi di autolesionismo, 36 nel 2013. Sono 4, infine, le aggressioni ai danni della polizia penitenziaria. Dato che colloca Como al terzo posto assieme a Pavia, dietro le carceri di Canton Mombello e Bollate. Unico dato positivo l’assenza di suicidi nel 2013. Zero anche alla voce evasioni o tentate evasioni.
Al 31 dicembre del 2013 – spiega la Uil Penitenziari – nelle 203 strutture penitenziarie per adulti c’erano 62.536 persone (59.842 uomini e 2.694 donne) a fronte delle 65.701 (62.897 uomini e 2.804 donne) del 31 dicembre 2012. I detenuti condannati in via definitiva al 31 dicembre del 2013 sono stati 38.471 (61% del totale) mentre nel 2012 i condannati erano 38.656 (58,8% del totale). I detenuti stranieri al 31 dicembre del 2013 assommavano a 21.854 (34,9%), al 31 dicembre 2012 erano 23.492 (35,7%).

Nella foto:
La casa circondariale del Bassone ad Albate compare nello studio della Uil sul sovraffol-lamento dei penitenziari italiani

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.