Afghanistan: Usa, attacco alla negoziatrice un atto codardo

'I talebani hanno negato di essere responsabili'

(ANSA) – ROMA, 16 AGO – "Un atto criminale e codardo". Così l’inviato Usa in Afghanistan, Zalmay Khalilzad, ha definito l’attacco a Fawzia Koofi, attivista afghana per i diritti delle donne, deputata al Parlamento e membro del gruppo di negoziatori con i talebani, ferita ieri da colpi di arma da fuoco da un commando vicino a Kabul. Lo riporta la Bbc. I talebani hanno negato di essere dietro l’attacco. Per Khalizad è un tentativo di bloccare il processo di pace. "Tutti le parti che vogliono la pace condannino l’attacco e riprendano il colloqui il prima possibile", ha scritto su Twitter l’inviato Usa. Koofi stava rientrando con la sorella da un incontro nella provincia settentrionale di Parwan quando è stata ferita ad un braccio. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.