Aggredì il tassista in stazione: patteggia 16 mesi

alt

A Como San Giovanni

Ha patteggiato un anno e quattro mesi (pena sospesa) il 24enne romeno che, sorpreso a rubare una bicicletta dalle rastrelliere della stazione di Como San Giovanni, aggredì con una tenaglia il tassista che l’aveva sorpreso a compiere il reato.
Le accuse che la Procura aveva rivolto erano diverse: la tentata rapina, ovviamente, ma anche il porto abusivo della tenaglia, le lesioni al tassista, le lesioni agli agenti delle volanti che sopraggiunsero, la resistenza a pubblico ufficiale e, da ultimo, il danneggiamento ai

vetri della Questura. Il patteggiamento è stato raggiunto dal legale del romeno, l’avvocato Marco Scarpone, con l’accordo del pubblico ministero e la ratifica del giudice Nicoletta Cremona.
La vicenda risale alla notte del 23 luglio a Como San Giovanni. Il romeno, intento ad armeggiare con una tenaglia per tagliare il lucchetto e rubare una bicicletta, viene visto da due tassisti e si allontana. Poco dopo prova a tornare alla carica e i tassisti a questo punto decidono di avvicinarsi per allontanarlo. Il 24enne a questo punto prima finge di scappare, poi si volta e colpisce al volto uno dei due tassisti, 64 anni, colpendolo al mento (l’uomo viene medicato con punti di sutura e 10 giorni di prognosi). In viale Tokamachi arrivano poi gli uomini delle volanti che arrestano il romeno non senza ulteriore fatica e danni alle strutture della Questura fatti dallo straniero, visibilmente alterato.

M.Pv.

Nella foto:
La vicenda nacque dalla tentata rapina di una bicicletta

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.