Aggredisce la consorte e i carabinieri

Montorfano: in manette 31enne
(m.pv.) Ha raccontato ai militari, nella sua denuncia-querela, di essere vittima di vessazioni e pestaggi che proseguivano ormai da quattro anni ad opera del proprio marito, cui aveva dato anche una bambina. L’ultimo violento pestaggio, andato in scena nella notte di mercoledì, l’ha poi convinta a chiamare i carabinieri della stazione di Brunate competenti in quel momento sul territorio di Montorfano dove la famiglia abitava.
L’uomo, un romeno di 31 anni, è stato arrestato e portato al Bassone. Ma l’epilogo non è stato così semplice, in quanto una volta che i carabinieri sono giunti nella via della segnalazione (ad avvisarli era stata la donna in lacrime, una italiana di 24 anni) prima ha impedito ai militari di entrare, poi ha aggredito uno dei due carabinieri chiudendo il secondo fuori dalla porta. Ne sono seguiti momenti di grande concitazione fino a quando il secondo militare – che aveva già chiamato rinforzi – è riuscito a farsi riaprire la porta e ad intervenire in aiuto del collega che nel frattempo era stato in grado di liberarsi della presa del marito violento. Addosso il romeno aveva anche un coltello con una lama di 15 centimetri.

Nella foto:
Il marito è stato portato al Bassone

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.