Aggredita e palpeggiata in Napoleona. Tentato scippo e violenza ai danni di una 23enne

carcere Bassone

Prima ha tentato di scippare la sua vittima della borsetta. Poi, non riuscendo nel suo intento, l’avrebbe palpeggiata nelle parti intime. La donna, una 23enne, sarebbe però riuscita a divincolarsi e a chiamare il marito. Quest’ultimo ha avvisato i carabinieri e le è corso in contro per bloccare (riuscendoci) il malvivente. Brutto episodio in via Napoleona a Como, nella nottata tra mercoledì e giovedì. La violenza sarebbe avvenuta intorno alle 23.30. In manette, con le accuse di rapina e violenza sessuale, è finito un 25enne somalo. L’uomo è stato portato al Bassone, nella foto, e nelle scorse ore è già stato sentito dal giudice delle indagini preliminari del tribunale di Como che ha convalidato l’arresto e disposto la permanenza in carcere del sospettato. I fatti, come detto, sono accaduti di notte in via Napoleona.
La moglie, da quanto è stato possibile ricostruire, stava rincasando quando è stata avvicinata da uno straniero che le si è parato davanti e ha tentato di strapparle la borsetta che teneva al collo. La donna si è difesa, opponendo resistenza. Il malvivente a questo punto – stando al racconto della vittima – l’avrebbe attratta stringendola in una morsa e palpeggiandola più volte nelle parti intime. La donna, sarebbe comunque riuscita a divincolarsi scappando verso casa e avvisando il marito. Quest’ultimo a sua volta è intervenuto bloccando il rapinatore nel momento in cui sopraggiungevano anche i carabinieri della compagnia di Como che erano stati in precedenza avvisati di quanto stava avvenendo. Il marito, nella colluttazione con lo straniero, ha riportato lesioni non gravi a una mano.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.