Aggredita in casa dal marito, muore in ospedale il giorno dopo: dramma in una casa di Rebbio

Ospedale Sant'Anna

È morta la signora 81enne di Rebbio, finita all’ospedale nelle scorse ore dopo essere stata aggredita dal marito 86enne intorno all’una di notte tra mercoledì e giovedì. Una evoluzione non attesa, visto che dopo il ricovero il quadro clinico della paziente non sembrava compromesso.
Ora toccherà all’autopsia – che è stata disposta dal pubblico ministero di turno in procura a Como, il dottor Antonio Nalesso – appurare le cause del decesso della anziana signora, e soprattutto se queste possano essere correlate a quanto avvenuto nell’abitazione di Rebbio.
La vittima era ricoverata all’ospedale Sant’Anna di San Fermo. La reazione del marito, in piena notte, sarebbe stata dettata dall’esasperazione per le problematiche psichiche di cui soffriva la moglie.
L’uomo, da quando avrebbero ricostruito i carabinieri intervenuti nell’appartamento, avrebbe messo le mani al collo della moglie nel tentativo di strangolarla. Non avrebbe però fatto molta pressione, e la donna – pur perdendo i sensi – sarebbe stata trovata e soccorsa non in pericolo di vita. Anche dopo l’arrivo del 118 non sarebbero state riscontrate lesioni serie, se non qualche livido. Anche il marito era finito in ospedale, ricoverato in stato si shock. Era stato il nipote a chiamare i soccorsi. Una brutta storia che sembrava aver scongiurato l’esito drammatico. Invece ieri è arrivata la terribile notizia del decesso, che è già stata comunicata negli uffici del palazzo di giustizia di Como, in attesa che l’autopsia chiarisca i dubbi sull’accaduto.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.