Cronaca

Agnello e capretto, vince la tradizione ma a prezzi contenuti

altIl menu di Pasqua – Nelle gastronomie le richieste per oggi e domani vedono prevalere i piatti a base di pesce, per domenica a farla da padrone saranno invece le carni
Il presidente dell’Associazione cuochi: «Le prenotazioni stanno andando bene, in leggera risalita rispetto al 2012»

(f.bar.) Festeggiare in tempo di crisi è possibile. E anche i comaschi hanno ormai imparato a muoversi in questi tempi di “magra”. Si risparmia qualcosa ogni giorno, senza però rinunciare al pranzo fuori casa o a una bella tavolata imbandita in compagnia di amici e parenti. E sarà così anche per questa

Pasqua ormai alle porte.
Vince la tradizione, meglio se a prezzo contenuto. È questo il messaggio in arrivo dai ristoratori e dalle gastronomie cittadine. «Ho parlato recentemente con diversi colleghi e non ci possiamo lamentare – dice Cesare Chessorti, presidente dell’Associazione cuochi lariani – Le prenotazioni stanno andando bene. In leggera risalita rispetto al 2012».
I ristoranti si sono attrezzati con menu appositi che partono da 30 euro e arrivano fino a oltre 80.
«Ognuno può trovare quello più adatto ai propri gusti e alle proprie tasche. Certo è che su tutto prevarranno, una volta seduti a tavola, la carne di agnello e di capretto», aggiunge il presidente Chessorti.
«Siamo a buon punto con le prenotazioni – racconta lo chef Luigi Gandola del “Salice Blu” di Bellagio, ieri in viaggio verso Roma dove parteciperà alle finali del programma “La prova del cuoco” – Stasera comunque sarò di nuovo in cucina per dare gli ultimi ritocchi al nostro menu». Sulla lista piatti come il carré d’agnello, la millefoglie con gli asparagi freschi e la tradizionale colomba fatta artigianalmente.
Intanto in città, nei negozi di prelibatezze, si attende e si fa affidamento sulla corsa dell’ultimo minuto. «Per adesso la Pasqua non è ancora partita – dice Marco Castiglioni, titolare della gastronomia di via Cesare Cantù – Comunque siamo pronti. Oggi e domani sarà il pesce a farla da padrone. Mentre per il giorno di Pasqua la richiesta sarà incentrata sulle carni di capretto e agnello. Alla fine non si rinuncia al pranzo anche se la crisi si sente e si vede nella contrazione dei consumi».

29 marzo 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto