Ai domiciliari per rapina, coltiva cento piante di marijuana

DSCN0243Nei guai un 37enne residente a Carugo

Oltre cento piante di marijuana alte tutte tra il metro e mezzo e i due metri e mezzo nel giardino di casa. E’ finito nei guai un 37enne di Carugo peraltro già sottoposto alla misura degli arresti domiciliari per rapina. Per far trascorrere più velocemente la routine quotidiana tra le mura domestiche, l’uomo aveva pensato di iniziare la florida coltivazione di piante di droga. All’arrivo dei carabinieri era quasi pronte per la raccolta delle foglie.

I carabinieri della tenenza di Mariano si sono presentati all’alba per una perquisizione. Da tempo sono in corso operazioni di contrasto allo spaccio di stupefacenti nel Canturino. Le piante erano nel giardino retrostante l’abitazione, in una zona della piccola palazzina lontana da occhi e “nasi” indiscreti. Il 37enne è stato portato in carcere con l’accusa di coltivazione e produzione di sostanze stupefacenti. Le piante attendono invece di essere distrutte al forno inceneritore di Camerlata.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.