Air Italy: Regioni a compagnia, scaduta Cig zero esuberi

Confronto videoconferenza con 3 ministeri

(ANSA) – OLBIA, 01 SET – "Al termine dei 10 mesi di cassa integrazione previsti, la vertenza Air Italy si deve concludere con zero esuberi". È la posizione espressa dalle assessore delle Regioni Sardegna e Lombardia al vertice in corso in videoconferenza con i rappresentanti dei ministeri del Lavoro, Trasporti, Sviluppo economico, i sindacati, i dirigenti della compagnia aerea e i liquidatori dell’azienda. Una posizione che potrebbe rappresentare una svolta nella lunga trattativa che vede la società decisa a proseguire sulla strada dei licenziamenti una volta esauriti i 10 mesi di Cig per i 1.453 dipendenti dell’ex Meridiana divisi tra la sede di Olbia e quella di Milano Malpensa. Durante il confronto le sigle sindacali hanno ribadito le loro richieste per arrivare a un accordo che consenta non solo l’attivazione della cassa integrazione per i lavoratori sull’orlo del licenziamento, ma anche la definizione di un percorso di politiche attive per dare un futuro occupazionale ai dipendenti. "Abbiamo chiesto inoltre – spiega il segretario regionale della Fit Cgil Arnaldo Boeddu – il diritto alla indennità di mancato preavviso in base al contratto nazionale di lavoro e rispetto alle qualifiche possedute, il mantenimento e rinnovo dei brevetti e delle licenze del personale avente diritto a carico dell’azienda e l’interssamento da parte del ministero del Lavoro presso l’Inps in modo da poter ridurre al minimo il disagio dovuto al ritardo nell’erogamento della Cig". Dopo gli interventi delle organizzazioni sindacali, appena conclusi, ora la parola passa ai rappresentanti di Air Italy che interverranno subito dopo la sospensione richiesta dai liquidatori per fare un briefing fra loro. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.