Al Bassone manca anche l’acqua: tensione altissima

bassone1Detenuti e guardie in subbuglio: otto gesti autolesionistici in appena 48 ore

Al carcere del Bassone ora manca anche l’acqua. Ennesima, insopportabile tegola caduta sul capo di un carcere già al collasso e che ha fatto pericolosamente lievitare in queste ore i malumori della popolazione carceraria (8 gesti autolesionistici in appena 48 ore) e della polizia penitenziaria.
 L’acqua non arriva, e rende dunque impossibile sia le docce sia il semplice gesto di lavarsi le mani, particolarmente importante per chi (le guardie) deve continuamente perquisire gli ospiti. Esasperati i detenuti e anche chi deve controllarli, dunque. Il problema non sarebbe solo di pressione, ma anche dell’impianto idrico vetusto. La questione – assai seria – ha portato ieri ad una riunione sindacale d’urgenza dove erano presenti tutte le sigle, Cisl, Sappe, Osapp, Uil penitenziari e Cgil.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.