Al Conservatorio è al traguardo la maratona Bach

altMusica classica in città
È quasi al traguardo il festival internazionale d’organo dedicato all’opera omnia di Johann Sebastian Bach al Conservatorio “Verdi” di Como. Una maratona che è durata poco più di due anni. La stagione è stata infatti inaugurata il 22 aprile 2012. Un’idea lanciata dal maestro Enrico Viccardi, docente della classe di Organo e di composizione organistica dell’istituto musicale di via Cadorna 4 oltre che concertista internazionale. Gli ultimi due concerti sono in programma oggi alle 17 (ingresso

libero, protagonisti il maestro Viccardi e i suoi studenti) e sabato 14 giugno nell’ambito della manifestazione Il Bazar della Musica. In tutto il festival bachiano è stato strutturato in ben 17 concerti.
«La rassegna è stata seguita più dagli appassionati che dai professionisti e questo mi ha sorpreso – dice il docente del “Verdi” – mentre gli alunni hanno partecipato sempre con entusiasmo».
Un festival internazionale, si diceva, che ha avuto tra gli ospiti un’interprete di fama internazionale come la spagnola Monserrat Torrent, 88 anni, ma anche il giovane francese Benjamin Alard, 29 anni.
«Il nuovo organo “Zanin” del Conservatorio “Verdi” di Como è stato apprezzato da tutti – commenta Viccardi – L’organo è stato progettato da Luca Bassetto, che era direttore dell’istituto all’epoca dell’acquisto dello strumento». E la musica di Bach? «È sinonimo di capolavoro, è bellezza pura che non smette mai di stupirci – dice il docente – Possiamo dire che è la colonna portante della musica, è geniale, è come vedere un oggetto da diversi punti di vista, ma sempre nuovo. È un nutrimento per noi che suoniamo e uno stimolo a non smettere mai di pensare. Non va mai suonata come fosse una routine, perché non è mai banale».

Cécile Prakken

Nella foto:
Enrico Viccardi, docente della classe di Organo e di composizione organistica del Conservatorio

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.