Al lavoro per il “Lombardia” 2019: sul Lario torna il grande ciclismo

Il trionfale arrivo di Vincenzo Nibali al Giro di Lombardia 2017 (foto Nassa)

Un sopralluogo di rifinitura in una realtà ormai ben conosciuta dagli organizzatori della gara: gli uomini di Rcs Sport ieri mattina erano sul Lario per dare un’occhiata alla parte finale del percorso del Giro di Lombardia 2019, che andrà in scena sabato 12 ottobre. Quel fine settimana sarà consacrato al ciclismo, visto che il giorno dopo sarà la volta della “Gran Fondo Il Lombardia” che avrà la sua base a Cantù.
A fare gli onori di casa Paolo Frigerio di CentoCantù, l’associazione che coordina l’organizzazione locale. Per Rcs Sport erano sul Lario Natalino Ferrari, responsabile del Quartiertappa, e Mario Broglia, che coordina gli arrivi.
L’attenzione si è concentrata su quelli che saranno gli ultimi chilometri della corsa che scatterà da Bergamo e che, dopo la scalata di Ghisallo, Muro di Sormano e Civiglio, terminerà in centro città.
Dopo la frana che costrinse ad un cambio di tracciato lo scorso anno, tornerà, prima dell’arrivo, la Valfresca, come nel 2017, quando in piazza Cavour trionfò Vincenzo Nibali (nella foto). Il sopralluogo è stato positivo.
Qualche perplessità è stata espressa per i paletti posti in viale Masia, ma probabilmente non si opterà per un cambio di percorso. Il passaggio potrebbe essere confermato o con uno spostamento dei paletti stessi o con una opportuna segnalazione. Del resto non va dimenticato che Rcs Sport è il più importante organizzatore italiano di gare ciclistiche, cura il Giro d’Italia e altre importanti manifestazioni: i suoi uomini sanno dunque come gestire queste situazioni di potenziale criticità.
La logistica di piazza Cavour non dovrebbe cambiare – è del resto consolidata da anni – mentre per la direzione gara e sala stampa, l’ipotesi più accreditata rimane sempre Palazzo Terragni-Casa del Fascio, più vicina al traguardo rispetto a Villa Olmo e di fatto un luogo di altissimo livello.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.