Al Liceo Cremona di Milano inizio con qualche ‘timore’

Alcuni alunni in isolamento per contatti pre scuola con positivo

(ANSA) – MILANO, 14 SET – Un sensazione di "stranezza" nel riprendere le lezioni in aula mista a "timore" per i possibili contagi e alla "voglia di ricominciare" . Così vivono il rientro in classe gli studenti e le studentesse del Liceo Scientifico statale Luigi Cremona di Milano, che è stato al centro delle cronache cittadine perché alcuni alunni di una classe quinta si trovano già in isolamento a casa per avere frequentato un compagno risultato positivo al rientro dalle vacanze. "Il ragazzo risultato positivo è nella nostra classe e ci hanno scritto il 7 settembre dalla scuola dicendoci che avremmo iniziato il giorno dopo ma con la didattica online, proprio per questo motivo – ha spiegato una studentessa -, perché c’era stato questo caso e la scuola voleva essere sicura". Gli studenti che non hanno avuto contatti con lui da questa mattina tornano in aula mentre gli altri studenti che hanno avuto contatti stretti "continuano la didattica online", come hanno spiegato i compagni. I ragazzi sono arrivati davanti alla scuola e si sono messi in fila per entrare, si è creata una piccola coda sul marciapiede ma tutti gli studenti indossavano la mascherina. "Siamo tutti un po’ preoccupati ma sta a noi dimostrare maturità e osservare le regole", ha spiegato una studentessa che poi ha aggiunto come la scuola "si è organizzata per affrontare gli eventuali casi". "Un po’ rappresenta un rischio il tornare a scuola. Vedremo come saranno gestiti i casi eventuali ma stare a casa è certamente peggio", ha aggiunto un altro ragazzo, mentre secondo altri "la scuola non è un luogo di contagio e lo ha dimostrato anche il caso dello studente risultato positivo che si è ammalto in vacanza". Anche al liceo Cremona le classi entrano ad orari e ingressi scaglionati e la didattica rimane mista, online per alcune classi e in presenza per altre. Il Collettivo degli studenti della scuola ha inscenato una piccola protesta davanti all’ingresso dell’istituto, dove è stato appeso uno striscione con la scritta ‘La scuola ci spetta, ce la riprendiamo con la lotta’. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.