Al via il festival “ZelbioCult”

Orchestra I Pomeriggi Musicali

Torna il festival “ZelbioCult” che propone incontri d’autore con vip della cultura nazionale “su quell’altro ramo del Lago di Como” condotti da Armando Besio, giornalista di “Repubblica” da sempre innamorato della località lariana.
Si parte il 30 giugno con un concerto dell’orchestra “I Pomeriggi musicali” di Milano in collaborazione con il “Festival di Bellagio e del Lago di Como” che proporrà un recital classico.
Il concerto del 30 giugno sarà nella chiesa della Conversione di San Paolo alle 17 e sarà a ingresso libero fino a esaurimento posti.
Serve arrivare fin dal pomeriggio nel piccolo borgo petroso di Zelbio, ai piedi del Pian del Tivano, per una matinée attesissima a cura del “Festival di Bellagio e del lago di Como”, rassegna, ideata e diretta da Rossella Spinosa, pianista, compositrice e curatrice di eventi milanese.
Il gemellaggio con la rassegna culturale Zelbio Cult porta, fra i monti, l’orchestra de I Pomeriggi Musicali ed un’antologica di grandi compositori del Settecento barocco. Bach si alternerà a Tomaso Albinoni e Francesco Geminiani (nella foto piccola), mentre dall’Ottocento e dall’est arrivano le note di Antonin Dvorak.
Solista d’eccezione sarà Francesco Quaranta, oboe principale de “I Pomeriggi”, che dice: «Suonare dopo un lungo inverno su un palcoscenico incorniciato dalla natura è un’emozione meravigliosa».
Il valzer degli ospiti nel festival letterario estivo a Zelbio inizierà il 6 luglio con Lucetta Scaraffia – professoressa di Storia contemporanea dell’Università La Sapienza di Roma – autrice di “Tra terra e cielo”, ossia l’avventura di Francesca Cabrini, la piccola grande suora lombarda che attraversò l’oceano per portare aiuto agli emigrati italiani nelle Americhe.
Sabato 13 luglio toccherà a Elisabetta Vergani che racconterà vita e poesia della scrittrice lariana Antonia Pozzi in uno spettacolo teatrale. Il 19 luglio conferenza di Stefano Zuffi su Leonardo nel 500° della morte e il 27 luglio spazio a Nando Pagnoncelli, noto sociologo e presidente dell’istituto Ipsos, che parlerà sul tema “La penisola che non c’è”.
Si discuterà poi di architettura il 3 agosto con Mario Botta nella conversazione su “Angeli, arcangeli e demoni del Ticino” ossia le grandi bellezze della Svizzera Italiana raccontate dal celebre architetto.
Il 10 agosto Claudio Rossi racconterà la storia ritrovata di Giuseppe Pizzala, zelbiese da scoprire, con la partecipazione della cantante Angeles Aguado Lopez.
Spazio al tennis sabato 17 agosto con lo scrittore e giornalista comasco Gianni Clerici che racconterà la sua straordinaria collezione di quadri e sculture.
Si parlerà poi di media il 24 agosto con il grande giornalista Giulio Anselmi e spazio alla letteratura con Bjorn Larsson il 31 agosto: lo scrittore svedese, autore del bestseller “La vera storia del pirata Long John Silver”, parlerà del suo ultimo romanzo La lettera di Gertrud (e della sua vita).
Gli incontri del festival culturale si svolgeranno nel teatro di Zelbio in piazza della Rimbembranza dalle 21, e sono come sempre a ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.