Al via in Tribunale il Rho-bis: le figlie sono parte civile contro la madre

I carabinieri sulla scena dell'omicidio di Carugo

I carabinieri sulla scena dell'omicidio di Carugo I carabinieri sulla scena dell’omicidio di Carugo

Si è incardinato oggi, con la costituzione di parte civile delle due figlie minorenni, il processo bis a carico di Daniela Rho. La donna, già condannata in primo grado in Abbreviato per l’omicidio del marito (l’architetto Alfio Molteni) deve rispondere anche all’accusa di non aver fatto vedere le bimbe al padre nei periodi che erano stati fissati dal giudice.

L’udienza è stata poi rinviata al mese di ottobre per proseguire con i primi testimoni. La vicenda, ovviamente, è precedente al delitto di Carugo (datato 14 ottobre 2015) ma ne è stata – sempre secondo l’accusa – uno dei motivi scatenanti.

Stiamo infatti parlando del braccio di ferro per l’affidamento dei figli tra la Rho e il marito Alfio Molteni, avvenuto tra il mese di aprile e il 24 settembre 2015, fino cioè a pochi giorni dal colpo di pistola esploso sul cancello di casa dell’architetto e che ne causò il decesso. La Rho deve rispondere del reato di «mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.