Albate, si stacca intonaco dal soffitto, professoressa in ospedale e scuola chiusa

La scuola Guglielmo Marconi di Albate

Ancora problemi per l’edilizia scolastica di Como, edifici datati e dove negli anni si è trascurata la manutenzione.

L’ultimo grave episodio si è registrato questa mattina ad Albate, nella scuola media statale “Marconi” di piazza IV Novembre. Una parte dell’intonaco del soffitto si è distaccata all’interno di un’aula dove era in corso una lezione di lingua con una classe prima.

La docente è stata sfiorata da alcuni detriti. Non avrebbe subito lesioni serie, ma, ancora sotto shock, è stata comunque accompagnata al pronto soccorso per accertamenti. Nessuno degli alunni è rimasto invece coinvolto.

Immediata la richiesta di intervento da parte della preside della scuola, Valeria Cornelio, che ha chiesto al Comune un sopralluogo per verificare l’agibilità di un intero piano, il secondo, chiuso per precauzione subito dopo il crollo.

Oggi e domani rimarrà chiusa tutta la scuola per effettuare le necessarie verifiche tecniche. 

Chiusura e verifiche riguardano anche l’altra ala dell’edificio, che ospita la suola elementare “Birago”.  La notizia della chiusura è stata data nel pomeriggio dalla dirigente scolastica mentre era in corso la festa alla presenza dei genitori con il tradizionale appuntamento con i canti di Natale dei bambini delle elementari.

Secondo una verifica di Palazzo Cernezzi si tratterebbe di “un fenomeno di sfondellamento, vale a dire il distacco del fondo delle pignatte del soffitto”.

Articoli correlati

1 Commento

  • Avatar
    Sergio , 17 Dicembre 2018 @ 19:15

    Che dire, i soldi per accogliere migranti in campi attrezzati o alberghi li hanno trovati subito, per mettere in sicurezza scuole e Ospedali li stanno ancora cercando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.