Albavilla, accoltellò il cognato. Esce di cella e va ai “domiciliari”

Applicato il braccialetto elettronico
(m.pv.) Passerà dal carcere ai domiciliari. Così ha deciso il giudice delle indagini preliminari di Como, Maria Luisa Lo Gatto, in merito alla vicenda del 40enne di Albavilla che lunedì scorso ha accoltellato all’addome il cognato. Per il momento l’accusa resta quella di tentato omicidio, ma non è escluso che possa essere derubricata in lesioni. Nel corso dell’interrogatorio, l’arrestato avrebbe fornito la propria versione dei fatti dicendo di essere stato lui vittima di una aggressione e

di aver estratto il coltello solo per difendersi. All’uomo è stato messo il braccialetto elettronico che consente di poter verificare la permanenza presso il domicilio e monitorare eventuali spostamenti con centraline poste sia nell’appartamento sia in caserma dai carabinieri.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.