Alberi di Natale, Como seconda in Lombardia

Un albero di Natale

Seconda solo a Milano, Como è la provincia-leader in Lombardia per numero di imprese specializzate nella fornitura di abeti natalizi: 10, contro le 18 della città metropolitana (il totale per l’intera Lombardia è di 53).

Gli “alberi naturali” di Natale quest’anno,secondo un’indagine Coldiretti/Ixè, troveranno spazio nelle case della stragrande maggioranza delle famiglie nelle due province lariane, per una spesa media di 33 euro. Importante, in questo senso, scegliere l’albero vero Made in Italy che concilia il rispetto della tradizione con quello dell’ambiente, a differenza di quelli di plastica che nascono dal petrolio e inquinano l’ambiente.

“Nelle nostre campagne, poi, nascono le eccellenze agroalimentari che troveranno posto sulle tavole delle feste o per regali da fare ad amici e parenti con prodotti che vanno dagli immancabili cotechini, cesti e strenne natalizie che in queste settimane trovano ampio spazio negli AgriMercati che si svolgono sul territorio delle due province”, come sottolineano Fortunato Trezzi, presidente di Coldiretti Como Lecco e Francesca Biffi, presidente dell’Associazione AgriMercato di Campagna Amica.

“Il comparto agricolo lariano è protagonista anche nel periodo delle festività natalizie” prosegue Trezzi. “In primo piano le imprese agroalimentari, con i loro prodotti  che divengono protagonisti sulle tavole natalizie, ma anche nella scelta del regalo gastronomico, autentico trend degli ultimi anni: e anche nel 2018, la scelta di una bottiglia di vino, una forma di formaggio o una bottiglia d’olio è, insieme al tradizionale “cesto” natalizio, nella top-ten delle preferenze dei nostri consumatori”.

Ma non solo: per ornare tavola e casa, sono ben 939 le attività lombarde che coltivano fiori e piante all’aria aperta, di cui oltre cento si concentrano nel centro-nord Lombardia, Como, Varese, Milano, Brescia e Bergamo.

Intanto domani (sabato 15), presso l’AgriMercato di Mariano Comense (parcheggio di Porta Spinola, ore 8/12.30) è confermato l’arrivo degli abeti di Natale provenienti dai boschi devastati dal maltempo che ha colpito il Nord-est a fine ottobre. In particolare, ci saranno le punte d’abete provenienti dall’Altopiano di Asiago e recuperate da Coldiretti, Federforeste e Pefc, che i cittadini potranno acquistare a un prezzo equo di 15 euro: le dimensioni sono variabili da 1,5 a 2 metri.

Sono ideali per realizzare il proprio e vero “albero di Natale” a casa” conclude Biffi “E sarà un “albero di Natale della solidarietà, con un gesto concreto e importante per aiutare la ripresa dei territori feriti e regalare una seconda vita alle piante colpite”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.