Alessandro Volta modello di ecologia a Milano

Como, monumento ad Alessandro Volta

Il fisico lariano inventore della pila, Alessandro Volta, come faro per la riconversione energetica e paladino dell’ecologia nel XXI secolo.
La Fondazione comasca a lui intitolata partecipa all’anteprima di WePlanet-100 globi per un futuro sostenibile con l’opera provocatoria e simbolica Dry-Jourt. Un pianeta di plastica in piazza Duomo a Milano. L’iniziativa andrà in scena sabato 3 aprile in piazza del Duomo – lato via Carminati – con l’esposizione open air delle prime 50 opere. Quella voltiana è stata creata dagli artisti comaschi Evelina Maralla, Pietro Turati, Edoardo Brambilla e Luca Metta.
La mostra, anteprima della kermesse ufficiale che si svolgerà dal 27 agosto al 7 novembre, rimarrà visibile fino al 5 aprile. Il motto che accompagnerà il logo di Fondazione Volta sarà «Alessandro Volta, da Como energia per la terra».
Terminata l’iniziativa, i globi saranno battuti a un’asta benefica organizzata da Sotheby’s e il ricavato sarà devoluto a ForestaMi, in particolare all’Associazione Parco Segantini Onlus, all’Ospedale Niguarda e alla Fondazione Umberto Veronesi per la ricerca scientifica d’eccellenza contro i tumori, e alla Fondazione Arca Onlus che opera a sostegno dei poveri per l’assistenza e l’ integrazione.
«Il nostro messaggio – ha dichiarato ieri Luca Levrini, presidente di Fondazione Volta – vuole portare il valore del nostro territorio e parte della nostra identità nell’ambito di un importante evento a Milano. Una identità nuova che, partendo dal passato, ci invita ad un futuro come protagonisti della cultura energetica sostenibile; Volta amava la natura, la leggeva e la interpretava per apprezzarne la perfezione, trarne la giusta ispirazione affinché il suo genio potesse esprimersi. Un amore fatto di rispetto e conoscenza verso la natura, per dare e non togliere. Da molti definito come filosofo naturale, oggi potrebbe essere pioniere del sostenibile».
Il globo comasco si illuminerà dall’interno grazie a batterie alimentate dalla luce del sole, un segno tangibile di sostenibilità.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.