Allarme cinghiali: la segnalazione da Prestino. Fermi: «Servono misure drastiche»

Cinghiale Prestino

Allarme cinghiali in provincia di Como. Molti i cittadini che segnalano la presenza di alcuni esemplari nei campi e vicino alle abitazioni, città compresa. L’ultima segnalazione giunge da un telespettatore di Espansione Tv che ha fotografato un grosso cinghiale in via Isonzo, nel quartiere di Prestino. 
Episodi che si verificano sempre più spesso. Gli animali in cerca di cibo dalle montagne si spingono nelle zone abitate.

«Come noto, sottoscrivo l’appello del Comitato intercomunale anticinghiali – dice Alessandro Fermi, presidente del Consiglio regionale della Lombardia – Bisogna modificare subito l’articolo 19 della Legge nazionale sulla caccia, e rivolgo anch’io un appello urgente a tutti i nostri parlamentari e al ministro delle Politiche agricole perché recepiscano subito i solleciti che abbiamo inviato, a fronte anche delle legittime e pressanti richieste del territorio. La presenza sempre più massiccia di questi animali rappresenta una minaccia anche per la sicurezza delle persone e non è più solo causa di ingenti danni a boschi e coltivazioni. Siamo arrivati a un punto dove servono misure drastiche contro quella che in molte aree delle provincia di Como si sta rivelando una vera e propria invasione» .
Fermi aggiunge: «Il problema va posto in termini seri e corretti, senza strumentalizzazioni: nell’ultima seduta di Consiglio regionaleabbiamo chiesto che la possibilità di partecipare all’abbattimento coinvolga sempre di più gli stessi proprietari terrieri e che gli stessi abbattimenti siano estesi anche all’imbrunire. Ma la cosa più importante è che il Governo consenta, anche all’esterno delle aree protette a parco, l’utilizzo dei selecontrollori per procedere a prelievi selettivi di cinghiali anche al di fuori dei tre mesi di caccia previsti dal calendario venatorio, e che tale attività sia resa possibile e praticabile per l’intero anno solare».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.