Cronaca

Allarme furti in casa nel Comasco: oltre sette al giorno

Il questore Barbato: «Tra le cause il difficile momento economico e sociale»
Oltre sette furti al giorno nelle abitazioni comasche, il 27% in più rispetto allo scorso anno e una rapina ogni tre giorni, con una crescita del 24% rispetto ai dodici mesi precedenti. «Tra le cause di questa recrudescenza non possiamo non considerare il difficile momento economico e sociale che stiamo vivendo», sottolinea il questore lariano, Michelangelo Barbato.
Complessivamente, nel periodo compreso tra aprile 2011 e marzo 2012 sono stati denunciati quasi 18mila reati, il 6% in più rispetto ai dodici mesi precedenti. In crescita soprattutto i furti – oltre 10mila complessivamente, dei quali quasi 3mila in appartamento – e le rapine, ma anche i casi di stalking e le estorsioni.
A fare il quadro della situazione è stato ieri il questore di Como, intervenuto ai giardini a lago in occasione della festa per il 160° anniversario di fondazione della polizia di Stato. «Avvertiamo il senso di disagio e certo anche di turbamento per il ripetersi di alcuni reati – dice Michelangelo Barbato – soprattutto furti in abitazione».
«A dispetto dell’impegno profuso – aggiunge il questore – nell’ultimo periodo questi reati che, solo lo scorso anno avevano subito un rallentamento, hanno purtroppo avuto una recrudescenza. Non possiamo non analizzare il dato ponendolo in relazione al difficile momento economico e sociale che la nostra nazione sta vivendo». Nell’ultimo anno, sul territorio provinciale sono aumentati gli interventi del 113, circa 3mila in dodici mesi, con quasi 12mila pattuglie comandate in servizio. Gli agenti della polizia di Stato hanno arrestato 229 persone e denunciato 929 individui. Ben 46 i chilogrammi di droga sequestrati e 81 le armi. Notevolmente aumentata anche l’attività della polizia stradale: gli agenti hanno emesso più di 15mila sanzioni per infrazioni al codice della strada e sequestrato 475 patenti.
«Voglio rassicurare tutta la comunità comasca – dice il questore – L’impegno quotidiano profuso dal personale della polizia di Stato e delle altre forze dell’ordine nel territorio della nostra provincia per la salvaguardia della legalità e della sicurezza, è costante e non diminuirà, anzi mi impegno a intensificarlo ed accrescerlo».
«La prevenzione è la base e il fondamento di un accettabile livello di sicurezza che si è tradotto in un maggiore pattugliamento del territorio – conclude Michelangelo Barbato – Il cittadino è maggiormente rassicurato nel vedere giornalmente una polizia presente piuttosto che blitz e operazioni di facciata».

Anna Campaniello

Nella foto:
Un momento della festa della polizia ai giardini a lago. Negli ultimi dodici mesi, gli agenti hanno arrestato 229 persone e ne hanno denunciate 929
27 maggio 2012

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto