Alleanza tra Caritas sull’asse Como-Lugano

Roberto Bernasconi, direttore della Caritas di Como (foto Antonio Nassa) Roberto Bernasconi, direttore della Caritas di Como (foto Antonio Nassa)

Una «alleanza caritatevole» che superi anche le barriere oggi apparentemente molto alte delle frontiere.

È stata siglata tra la Caritas Ticino e la Caritas di Como per volontà dei vescovi di Lugano e di Como, i monsignori Valerio Lazzeri e Oscar Cantoni.

Le due «Chiese sorelle e confinanti», hanno sottolineato entrambi i prelati, devono poter collaborare «per guardare e leggere insieme, andando oltre l’orizzonte della frontiera, la grande sfida delle povertà contemporanee».

Le migrazioni innanzitutto, questione epocale che lungo i confini diventa problema quotidiano; ma anche «le fragilità dei nuclei familiari», alle prese con temi chiave quali la disoccupazione o l’assistenza ai più deboli. I direttori di Caritas Ticino – Marco Fantoni – e di Caritas Como – Roberto Bernasconi – istituiranno nei prossimi mesi un tavolo di lavoro e sperimenteranno varie forme di collaborazione.

In una nota le due diocesi hanno poi spiegato di voler «mettere in rete» ogni possibile forma di collaborazione, «per valorizzare il contributo di ciascuno» e di voler cooperare pure nel fondamentale «ambito formativo, soprattutto dei più giovani».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.